• Trump: Barron insultato sul web, Chelsea Clinton lo difende

    Italia

    D'altronde lei, oggi madre di due bambini, aveva 13 anni, solo tre in più di Barron , quando ha varcato per la prima volta la soglia della Casa Bianca. Una voce non suffragata da niente se non dalla cattiveria gratuita di chi prende di mira un bambino per colpire il padre . " Barron Trump merita, come tutti i bambini, la possibilità di vivere come un ragazzino normale".
  • Hotel Rigopiano, Stefano Feniello è morto: lo ha riconosciuto il padre

    Hotel Rigopiano, Stefano Feniello è morto: lo ha riconosciuto il padre

    Italia

    Riferisce Il Mattino che è stato il padre a riconoscerlo da un tatuaggio dopo il ritrovamento del corpo. A riferirlo, è il cugino di Stefano, Carmine Feniello che si trova a Pescara . "Abbiamo sperato fino alla fine, sempre". Lo abbiamo fatto anche quando per un errore avevano dato per vivo Stefano. "E' un dramma per la famiglia, a cui siamo vicini, è un dramma per la nostra comunità che ha vissuto e partecipato in questi giorni così difficili", queste le parole del sindaco di Valva, ...
  • Brexit, Gina Miller:

    Brexit, Gina Miller: "Ringrazio la Corte suprema"

    Italia

    Tutto è nato da un ricorso presentato da una donna d'affari, Gina Miller, presentata ad ottobre scorso. La Miller ha così sfidato il governo di Theresa May ed oggi a verdetto ottenuto ha affermato come per la sua iniziativa in un Paese "libero" come il Regno Unito è stata soggetti ad abusi a livello personale e minacce subite negli ultimi mesi.
  • Treviso: gli sequestrano il telefonino, studente denuncia la scuola

    Treviso: gli sequestrano il telefonino, studente denuncia la scuola

    Italia

    L'episodio, destinato a diventare un vero e proprio caso e riportato dall'agenzia Ansa, risale a qualche giorno fa . "Non sono quindi contraria al fantomatico 'sequestro' del telefonino allo studente a Treviso' poiché credo che a scuola, prima del codice civile o del codice penale, debbano prevalere le regole del vivere, del buonsenso e la disciplina".
  • Droga dall'Olanda, arrestato latitante di origini sarde

    Droga dall'Olanda, arrestato latitante di origini sarde

    Italia

    Con l'operazione antidroga, chiamata "Calesse", i carabinieri della Compagnia di Carbonia avevano individuato un canale di rifornimento di eroina tra l'Olanda e l'Italia. Il latitante sardo ha però commesso alcune imprudenze che gli sono state fatali: in Olanda conduceva una vita sotto traccia, anche se dal sul suo profilo Facebook sono state estrapolate alcune notizie utili per la sua cattura.
  • Legambiente ha presentato il Rapporto Pendolaria 2016

    Legambiente ha presentato il Rapporto Pendolaria 2016

    Italia

    La crescita, secondo il rapporto di Legambiente , è dovuta ai vari investimenti di ammodernamento . Treni vetusti, tagli nei servizi e un aumento delle tariffe dovuto al calo dei trasferimenti statali fanno sì che per coloro che si spostano quotidianamente sui binari la situazione non sia rosea.
  • Traffico di droga fra Spagna e Palermo: in manette 8 persone

    Italia

    Infatti Rodriguez curava il trasporto della cocaina, a bordo di autoveicoli appositamente adattati, sbarcando con il traghetto presso il porto di Palermo. Nel corso dell'operazione denominata 'Borasco' sono state complessivamente arrestate in flagranza 4 persone , 3 a Palermo e 1 ad Agrigento, e sequestrati oltre 6 kg di cocaina.
  • Hotel Rigopiano, salgono a 24 i dispersi

    Hotel Rigopiano, salgono a 24 i dispersi

    Italia

    Così come al momento non ci sono notizie certe su Sebastiano Di Carlo , 49 anni, marito di Nadia Acconciamessa , deceduta sotto le macerie e papà di Edoardo di Carlo l'altro bimbo già in ospedale. "Mi parlano di una slavina molto a sud est". Nel video in apertura di articolo si possono vedere i concitati momenti in cui i soccorritori riescono a trarre in salvo i primi superstiti .
  • Droga: procura Catanzaro ordina 54 fermi e sequestro 8 mln beni

    Droga: procura Catanzaro ordina 54 fermi e sequestro 8 mln beni

    Italia

    E' il bilancio di un'operazione della Guardia di Finanza che ha proceduto stamane all'esecuzione di provvedimenti emessi dalla Dda di Catanzaro. "Ormai anche gli altri si appoggiano ai cartelli calabresi per rifornirsi di droga". Alle indagini ha contribuito la sezione della polizia antidroga britannica e quella colombiana: il Regno Unito è tra i paesi destinatari dei carichi intercettati.