• Dallo studio commerciale la maxi frode milionaria: arrestati 11 imprenditori

    Dallo studio commerciale la maxi frode milionaria: arrestati 11 imprenditori

    Internazionale

    I numeri della frode sono monstre: 1,364 miliardi di euro. Milano, 11 gen. (AdnKronos) - Uno studio commerciale di Milano che forniva ai propri clienti un pacchetto 'all inclusive' per evadere il fisco attraverso società off shore è finito nel mirino della guardia di finanza di Brescia che, dall'alba, sta dando esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 25 persone.
  • Catania, imprenditore vicino a clan: sequestrati beni per 41 milioni di euro

    Catania, imprenditore vicino a clan: sequestrati beni per 41 milioni di euro

    Internazionale

    Michele Guglielmino , inteso " Michele da Gesa", pregiudicato, con precedenti di rilievo nel traffico di stupefacenti con diverse condanne definitive, in virtù della sua " vicinanza " al clan mafioso " Cappello-Bonaccorsi " è riuscito ad inserirsi nel mercato della grande distribuzione di generi alimentari, reimpiegando il denaro provento delle attività illecite , nell'acquisto di beni e nella costituzione di numerose attività commerciali.
  • Rapina da film al Ritz di Parigi Rubati gioielli per milioni

    Rapina da film al Ritz di Parigi Rubati gioielli per milioni

    Internazionale

    In cinque, in passamontagna e in scooter, hanno preso d'assalto la gioielleria dell'hotel rubando un'ingente somma in gioielli , sembra 3,5 milioni di euro. Uno dei suoi colleghi ha detto di aver visto una moto andare ad alta velocità nella direzione opposta su Cambon Street, dietro il Ritz . Tre sono stati fermati, in due sono tuttora in fuga.
  • Siracusa, prof rimprovera alunno: i genitori gli rompono una costola

    Siracusa, prof rimprovera alunno: i genitori gli rompono una costola

    Internazionale

    La comunità scolastica del Vittorini ad Avola (Sr) è incredula. Il professore condotto all'ospedale Di Maria ha riportato la frattura di una costola. 47 enne e la mamma L.S. di 33 anni. A fare scattare quella reazione così violenta sarebbe stata una telefonata del figlio, dodicenne, che avrebbe raccontato di un rimprovero avvenuto quella stessa mattina.