Americani pronti ad acquistare la Panini

Regolare Commento Stampare

Gli americani sarebbero disposti, secondo i rumors, a mettere sul piatto un'offerta importante, forse pari alla valutazione di mercato del Gruppo. Secondo quanto riporta La Gazzetta di Modena una delegazione americana ha preso contatti con i vertici del Gruppo Panini, le cui principali quote azionarie sono nelle mani dell'italo argentino Aldo Hugo Sallustro, attuale amministratore delegato, e dalla famiglia bolognese Baroni.

Anche dei ricchi cinesi volevano prendere nelle mani la ditta italiana, ma non garantivano che sarebbe rimasta nel Bel Paese.

Le mitiche figurine dei calciatori made in Italy potrebbero diventare presto a stelle e strisce. Ma già 5 anni fa, nell'anno dei Mondiali in Brasile, si era sondato il terreno per possibili acquirenti. Con 450 dipendenti a Modena, e altri 700 nel mondo e nelle consociate piu' importanti in Usa, Francia, Inghilterra, Spagna e Germania, il fatturato della Panini si aggira in media sui 550 milioni di euro, con forti up-trend negli anni degli Europei e dei Mondiali di calcio. In quell'occasione, era stato affidato un incarico alla banca d'affari Nomura, anche se poi non si era arrivati a nulla.

L'ultimo bilancio, che l'anno scorso coincideva con i Mondiali in Russia, e' particolarmente atteso e, riferisce il quotidiano, non dovrebbe essere molto lontano dal registrare 700-750 milioni di euro. Nello specifico, in Italia produce una trentina di collezioni, che diventano 400 nel resto del mondo. Una proposta che alla Panini - la cui valutazione si aggirerebbe attorno al miliardo di euro - starebbero prendendo in considerazione a patto pero' di mantenere il cuore del sistema produttivo a Modena.