Fed, Powell: rafforzati motivi per abbassare tassi

Regolare Commento Stampare

Powell ha affermato che la strategia della Federal Reserve sosterrà con ogni mezzo appropriato l'espansione economica attuale, anche utilizzando le leve monetarie dunque.

Ha vinto la linea dell'amministrazione Trump, ha vinto chi prevedeva questa esternazione da parte del Governatore della Federal Reserve (FED), oramai messo alle strette dal Presidente Americano che aveva spesso tuonato contro il suo poco polso e l'assenza d'interventismo. Ma tanto basta a far volare la Borsa di New York, con l'indice S&P500, quello delle società a maggior capitalizzazione, che viaggia a ritmo di record toccando e superando per la prima volta nella sua storia i tremila punti. Powell ha mandato invece un segnale chiarissimo alla Casa Bianca: se si deciderà di imprimere un nuovo stimolo alla ripresa non sarà certo per le pressioni del presidente americano.

"La Fed agirà in maniera appropriata" di fronte ad alcune inversioni di tendenza che pesano sulle prospettive Usa", ha detto Powell. "Sono fermamente determinato a restare per l'intero mandato di quattro anni", ha assicurato Powell rispondendo alle inevitabili domande dei deputati della commissione finanze della Camera.

(Teleborsa) - Molte incertezze pesano sulle prospettive della crescita degli Stai Uniti: dalla Brexit al generale rallentamento dell'economia globale. Secondo il numero uno dell'istituto centrale Usa, inoltre, molti membri della Fed sono "disponibili" a considerare una "politica monetaria più accomodante".