Tragedia al circo: la terribile sorte toccata ad un domatore

Regolare Commento Stampare

Si chiamava Ettore Weber e addestrava tigri da molti anni.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti fornita dai carabinieri, l'incidente è avvenuto attorno alle 20. Stava addestrando quattro tigri contemporaneamente quando è stato improvvisamente attaccato da uno dei grandi felini, al quale si sono poi aggiunti gli altri tre.

Il domatore non ha avuto scampo, nonostante l'intervento del personale del circo, ed è morto poco dopo in ospedale per le ferite riportate. Ma sono frequenti gli incidenti con gli animali da circo? Alcuni media locali hanno riferito che la prima tigre che ha azzannato Ettore Weber avrebbe continuato a giocherellare con il corpo devastato per alcuni minuti.

Nell'aprile scorso Ettore Weber era finito sotto attacco degli animalisti a Surbo, in provincia di Lecce, dove il circo si era accampato nei pressi di un altro centro commerciale, "La Mongolfiera". Durante gli esercizi, una tigre lo ha azzannato ed il gesto ha attirato subito l'attenzione degli altri tre felini che non hanno lasciato via di scampo al domatore. Ektor Weber conosceva troppo bene le tigri per rischiare nel caso in cui gli animali fossero stati nervosi, stressati, annoiati. Non ci sono state comunicazioni ufficiali da parte del Circo Orfei. Una tigre, durante le prove, ha aggredito e ucciso il suo domatore. Una tragedia che ha colpito tutto il mondo del circo italiano, come ha ricordato Antonio Buccioni, presidente dell'Ente nazionale circhi. I Carabinieri hanno aperto un'inchiesta per chiarire le dinamiche di quanto è successo.