Il matrimonio a prima vista finisce male e non riescono a separarsi

Regolare Commento Stampare

Poi vivono insieme per tre mesi, seguiti passo passo dalle telecamere. Ma la fiction, edulcorata da un copione scritto, stride con la vita vera: "Ci siamo resi conto che non eravamo così compatibili - racconta Stefano -". L'amore, no. Decisamente meno "fulmineo" si è rivelato il percorso per cancellare il "sì" pronunciato davanti alle telecamere della trasmissione di Sky dal gelatiere di Alessandria Stefano Soban e dalla cantante di Abbiategrasso Sara Wilma Milani.

Wilma e Stefano, a questo punto, chiedono l'annullamento del matrimonio ex articolo 122 del Codice Civile: i due dichiarano che le nozze sono state contratte dietro il timore di incorrere nelle pesanti penali stabilite dal reality show. Il giudice però ha deciso che quelle nozze sono valide.

C'è da dire che la produzione consente agli sposi di scegliere la separazione consensuale, entro sei mesi, facendosi carico interamente delle spese per gli avvocati. Al Comune di Abbiategrasso, dove è residente, Sara scopre però che l'atto di matrimonio non è regolare, poiché vi sono riportati luogo e data e errati delle nozze e quindi non è possibile avviare la separazione.

Nel corso del programma, la coppia aveva firmato un contratto in cui c'era una particolare clausola che li obbligava a portare a termine l'iter fino all'ultima puntata: in caso contrario era prevista una penale pari a 100mila euro. Non è Chiaravalle, in provincia di Ancona, ma un paese in provincia di Potenza.

Si erano sposati nel novembre del 2016. Ecco perché la separazione non si può fare.

Invece i giudici sostengono il contrario: entrambi sapevano a cosa andavano incontro, ed erano pienamente consapevoli. Intanto dalla Nonpanic Srl, la società che produce il programma, ha diffuso in queste ore una nota, che riceviamo e pubblichiamo. Gli sposi si conoscono il giorno del loro matrimonio, di qui il nome del programma.

"Le persone che richiedono di partecipare al programma scelgono liberamente di contrarre matrimonio davanti ad un ufficiale dello stato civile".

Si sono sposati all'inizio della seconda stagione di "Matrimonio a prima vista", a cui avevano partecipato, ma non riescono a farsi annullare le nozze. Una penale scatterebbe solo nel caso di "violazione del patto di esclusiva e degli obblighi di riservatezza, nonché l'ammonimento che l'eventuale ingiustificato abbandono del programma può causare un danno alla produzione addebitabile ai partecipanti". Una situazione surreale che vorrei risolvere al più presto. La coppia pensava potesse bastare questo per ottenere l'annullamento.