A Lesbo sono morti sette migranti dopo un naufragio

Regolare Commento Stampare

Sono almeno sei i migranti che sono morti al largo dell'isola greca di Lesbo dopo che l'imbarcazione a bordo della quale viaggiavano è affondata.

Secondo i dati ufficiali della guardia costiera le vittime sono due bambine, quattro donne e un uomo. Al momento 58 persone sono state tratte in salvo. L'allarme è scattato subito e l'intervento dei mezzi di soccorso ha evitato che il bilancio potesse essere peggiore.

Lo riportano i media internazionali, che citano la Guardia Costiera greca.

Un nuovo naufragio nel Mar Mediterraneo: sette migranti hanno perso la vita a 2,5 miglia dalle coste di Mitilene, la principale località dell'Isola di Lesbo, in Grecia. Magari lontano dalla guerra, dalla fame che nella maggior parte dei luoghi di origine queste persone si trovano a vivere.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.