Mediaset crea holding olandese

Regolare Commento Stampare

"Produzione e sede fiscale resteranno in Italia" ha precisato Pier Silvio Berlusconi.

(Teleborsa) - I consigli di amministrazione di Mediasete Mediaset España Comunicación hanno deliberato di proporre ai rispettivi azionisti la creazione di una nuova holding attraverso la fusione transfrontaliera per incorporazione di Mediaset e Mediaset España in Mediaset Investment N.V. (DutchCo), società di diritto olandese interamente e direttamente controllata da Mediaset, che assumerà la denominazione "MFE - MEDIAFOREUROPE N.V.".

Ora siamo pronti: abbiamo individuato un nuovo modello operativo che creerà efficienza e sviluppo. "In un mondo di competizione globale, creare un gruppo editoriale con dimensioni adeguate che parli al pubblico europeo diventa un fattore cruciale per il futuro". Saranno proposti dividendi per 100 milioni di euro e buy-back fino a 280 milioni di euro al perfezionamento della fusione, ad un prezzo massimo per azione di 3,4 euro.

L'holding MediaForEurope (Mfe) sarà quotata sia a Milano sia a Madrid, avrà sede fiscale in Italia, e punterà ad essere "un'eccellenza italiana da cui partirà una sfida europea" - con un processo di fusione inversa che lascerà a Fininvest circa il 36%. "Chiariamo subito che non ci sarà delocalizzazione e che tutta l'operatività e l'occupazione resteranno nei rispettivi Paesi d'origine, vale a dire in Italia e in Spagna" ha aggiunto. Abbiamo già individuato 107 milioni all'anno di sinergie e risparmi che raggiungeremo entro il 2023: e questo, comunque vadano i mercati, è un vantaggioper tutti gli azionisti. "E pensiamo che nel tempo questa integrazione in Mediaforeurope portera' ad aumentare gli investimenti produttivi proprio in Italia e Spagna". "I network hanno ovviamente confini nazionali - ha proseguito Berlusconi -, ma oggi dobbiamo avere presenza rilevante su nuove piattaforme".

Unire le forze in maniera concreta ci permetterà di essere più efficienti e investire di più. La holding si chiamerà Mfe-Mediaforeurope e sarà considerata "la casa della televisione europea".