Juventus, Pjanic: "Arriverà un grande tecnico"

Regolare Commento Stampare

L'unico precedente fra Italia e Bosnia è del 1990: amichevole a Sarajevo, azzurri battuti 2-1, segnò Enrico Chiesa, il papà di Federico. "Spero che vinceremo anche domani, sicuramente ci aspetta una partita molto difficile, con la squadra favorita del girone". Ma per Pjanic la Bosnia non parte sconfitta: "Dovremo mostrare un altro volto rispetto a quello visto contro la Finlandia, ma sono fiducioso".

Sul rinnovamento della Nazionale. Mancini sta facendo un grande lavoro, ma il merito è anche dei leader di questo gruppo che sono riusciti a fare inserire i giovani dopo un periodo non facile per la Nazionale: "non si vede molto spesso l'Italia fuori dal Mondiale". Giocano bene e fanno divertire. "Proveremo a metterli in difficioltà".

Cosa serve domani contro l'Italia? .

Sui centrocampisti. "Non sarà facile fermare Verratti e Jorginho, sicuramente io e i miei colleghi troveremo una soluzione per fermare i due registi, Vedremo quale sarà il più pericoloso, Prosinecki ci darà delle indicazioni, noi dobbiamo giocare bene quando abbiamo la palla in possesso". Presto alla Juventus ci sarà una decisione per quel riguarda l'allenatore: vedrete che arriverà un grande tecnico come tutti hanno detto. Lo juventino non è preoccupato per il futuro bianconero: "Alla Juve ci sono sempre certezze: sono preoccupato zero". Il rosso con la Grecia non era meritato, per fortuna me l'hanno tolto per la seconda partita.