Calciomercato, Sarri-Chelsea addio dopo il 29 maggio: sperano Milan e Roma

Regolare Commento Stampare

Il discorso si affronterà dopo la finale di Europa League, dove il Chelsea affronterà l'Arsenal. Stamattina la 'Gazzetta dello Sport' ha raccontato come il Chelsea abbia deciso di esonerare Maurizio Sarri. Il tecnico ex Napoli pare in uscita dal Chelsea e in rossonero avrebbe bisogno di un uomo in mediana con le caratteristiche del centrocampista attualmente al Sassuolo: con Sarri, Sensi potrebbe svolgere sia il ruolo che al Napoli fu di Jorginho, sia quello di Hamsik. Ma ci sono diversi presupposti per un addio: il blocco del calciomercato per due sessioni, rapporti ai minimi termini con la società e una stampa che rema contro.

L'allenatore toscano ha dapprima conquistato la matematica certezza di un posto in Champions League con la terza piazza in Premier, per poi approdare quattro giorni più tardi in finale di Europa League dopo un appassionante scontro con l'Eintracht, domato soltanto alla lotteria dei calci di rigore. Posso solo dire che il club mi ha chiesto di arrivare in Champions e noi lo abbiamo fatto. È fantastico, è al livello top nel mondo. Il primo volto nuovo lo si conosce già: si tratta di Cristian Pulisic, esterno americano acquistato a gennaio dal Borussia Dortmund, un talento che con Sarri potrebbe sbocciare definitivamente ma, secondo le indiscrezioni provenienti da oltremanica, che adesso dovrebbe "accontentarsi" di essere gestito da qualcun altro. I problemi alla base di questa possibile decisione sono principalmente di natura ambientale e caratteriale. Solo perché è italiano costa tanto.

Nella canzone Mumak fonde le radici napoletane di Sarri col suo presente londinese in una miscela esplosiva che mescola tarantella e techno.