L'annuncio di Godin: "Lascio l'Atletico Madrid, resterò un tifoso". Inizia l'avventura all'Inter

Regolare Commento Stampare

Si commuove ancora quando si parla della sua famiglia, che lo raggiunge sul palchetto allestito per la conferenza stampa: "Mia moglie, mio padre e mia madre mi hanno chiesto di restare a Madrid, con loro mi confronto costantemente". Contratto triennale da 5,2 milioni di euro a stagione più i diritti d'immagine e bonus legati alla qualficazione in Champions e alla conquista di trofei. Cifra tonda, che fa rima con esperienza al servizio di una squadra che sotto questo aspetto difetta. I miei genitori mi hanno educato con i migliori valori: umiltà, lavoro, sacrificio e soprattutto rispetto. Parlerei tutto il giorno, ma non posso.

"Permanenza a Madrid? Ne ho parlato moltissimo con il club, ma per me ora finisce un ciclo, la tappa più bella della mia carriera. Grazie davvero a tutti". Oggi salutiamo una leggenda del nostro club": "l'ha voluto ribadire anche il presidente biancorosso Enrique Cerezo, presente alla conferenza stampa d'addio congiuntamente a Diego Simeone. L'ex dirigente della Juventus ha dichiarato più volte che si punterà a profili che possano essere già abituati a competere a certi livelli, oltre che su giocatori che possano sviluppare un certo senso di appartenenza alla società nerazzurra.

"No, le cose non sono andate in questo modo".

Ci spieghi le ragioni della tua decisione di lasciare l'Atletico Madrid? Domenica prossima, tutti i tifosi ti saluteranno per l'ultima volta con l'applauso che meriti. "Credi di aver fatto abbastanza e voglio ringraziare tutti".

Hai veramente convinto tu Griezmann a restare? "Ci sono state delle conversazioni, ma non abbiamo raggiunto un accordo", ha chiarito. "Spero che questa squadra possa continuare a vincere". "Per l'Inter ho rifiutato l'offerta dello United". Avrei tantissime cose da dire ma volevo che sapeste questo da me. I cambiamenti ti aiutano sempre a crescere e maturare.

Era nell'aria da tempo, ma è da poco arrivato l'annuncio dell'addio.