Tornerà agli Uffizi il quadro rubato dai nazisti

Regolare Commento Stampare

Il quadro "Vaso di Fiori" di Van Huysum, rubato dai nazisti agli Uffizi, potrebbe imboccare a breve la strada del ritorno a Palazzo Pitti: il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli ha annunciato la disponibilità del governo tedesco a far rientrare l'opera in Italia.

"Nei giorni di inaugurazione della Biennale Arte 2019 a Venezia - ha scritto il ministro su Twitter - ho incontrato la mia omologa tedesca Michelle Müntefering". Questo processo, avviato alcuni mesi fa, ha fatto un altro passo avanti.

Non si è fatta attendere la reazione di Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi: "è molto importante che il governo tedesco riconosca l'appartenenza del quadro a Palazzo Pitti".

"Pitti" e ha aggiunto "ora lavoriamo per far realizzare questo impegno". "Nel 1943 fu spostato nella villa Bossi Pucci, sempre a Firenze, fino a quando militi dell'esercito tedesco in ritirata lo prelevarono insieme ad altre opere per trasferirlo a Castel Giovio, in provincia di Bolzano".

Il dipinto in questione è una natura morta e ritrae un vaso di fiori. Una richiesta di tale assurdità che recentemente, dopo l'ultima oltraggiosa offerta, la procura di Firenze ha aperto un'indagine: "il quadro infatti è già di proprietà dello Stato Italiano, e pertanto non è alienabile né acquistabile".

Sulla tutela del patrimonio culturale europeo, anche a fronte della drammatica vicenda dell'incendio della Cattedrale di Notre-Dame di Paris, i ministri hanno ipotizzato di individuare un momento di concertazione per individuare politiche comuni nel quadro delle attività realizzate in ambito Ue e Unesco. Anche il candidato sindaco del M5S Roberto De Blasi ci tiene a sottolineare l'ottimo lavoro del Ministro e una bel risultato per Firenze e per gli Uffizi: "Il MoVimento 5 Stelle di Firenze apprende con soddisfazione il risultato eventuale del ministro Alberto Bonisoli riguardo la possibilità del rientro dell'opera alla Galleria degli Uffizi".

"Il Vaso di fiori" è un dipinto di Jan van Huysum, pittore di nature morte.