Febbre alta e segni sulle gambe, 21enne muore di meningite fulminante

Regolare Commento Stampare

Un nuovo caso di meningite in Toscana: una 21enne è morta nell'aretino per una forma fulminante di meningite da meningococco di tipo B. Sofia Panconi, 21 anni, è morta a causa di una meningite fulminante. La donna nella giornata di ieri ha accusato febbre alta, sopra 39 gradi, e il medico le ha prescritto un normale antipiretico. La temperatura corporea, di 39°, sarebbe scesa in seguito all'assunzione dei farmaci, ma stamane la giovane si sarebbe svegliata con segni sulle gambe. Peraltro la ragazza era vaccinata contro il meningococco C, ma non per il B. Sofia lascia un vuoto incolmabile nella comunità di Faella dove abitava da alcuni anni con i genitori. Il cadavere è stato trovato alle prime luci dell'alba dai genitori della ragazza, i quali hanno chiamato immediatamente i soccorsi, che, però, non hanno potuto far altro che riscontrare il decesso.

I campioni dell'ospedale Meyer di Firenze hanno confermato che la ragazza aveva contratto la meningite ed ogni cura è stata inutile. La 21enne aveva effettuato il vaccino per il meningococco C ma non per il B, il primo è gratuito, mentre il secondo, eccetto per i neonati, è a pagamento in compartecipazione. La 21enne lavorava in un locale di Figline Valdarno.

L'Azienda Centro ha contattato tutti i medici di famiglia, i pediatri della zona e coloro che, nel posto di lavoro, possano essere venuti in contatto con la giovane.

"E' una tragedia - afferma il sindaco di Castelfranco Piandiscò Enzo Cacioli - e rivolgo a nome dell'intera collettività la vicinanza alla famiglia per una perdita così grave".