Spal, Semplici 'con Juve vittoria vera'

Regolare Commento Stampare

In molti si sono ribellati a questa decisione, che poi di fatto, se non altro, ha 'agevolato' la Spal nel portare a casa la vittoria.

Leonardo Semplici, allenatore della Spal, ai microfoni di Radio anch'io Sport su Rai Radio 1 è tornato a parlare della vittoria contro la Juve: "Dovevamo essere impeccabili, contro una Juventus in grande spolvero ci voleva una grande prestazione". "Lotta salvezza falsata? Se leggo la formazione della Juve vedo nove nazionali, oltre a Bernardeschi entrato dopo".

Assente invece Valoti, ancora alle prese con la contusione al ginocchio delle scorse settimane, motivo per cui sono stati aggregati alla prima squadra Nikolic e Rizzo Pinna, entrambi protagonisti a centrocampo con la squadra Primavera di Cottafava nel corso di questo campionato e già convocati da Semplici nel match contro la Juventus. Diciamo che il momento ha potuto favorirci, ma non la formazione che non era composta da giocatori ingenui. "Se si vogliono poi mettere in discussione e dire che sono peggiori di ragazzi di alcune squadre che lottano per la salvezza va bene, si può dire tutto nel calcio". Dopo il pareggio non ci siamo accontentati e abbiamo provato a vincere. Poi non mi sembra sia la prima volta che una piccola batte una grande. E' chiaro che quando succede significa che la grande non è al top in qualcosa, ma risuccederà anche in futuro non è un caso isolato. Non vedo scandali particolari, il momento conta molto. "Più che altro è il momento in ci abbiamo affrontato la Juve, è un momento particolare, magari lo abbiamo sfruttato". Lo abbiamo avvicinato alla porta e sicuramente abbiamo ottenuto dei risultati che all'inizio sembravano impensabili.