Messi schianta il Manchester United

Regolare Commento Stampare

Nella notte della clamorosa eliminazione del suo grande rivale, Leo Messi trascina il Barcellona in semifinale. Al Barcellona, frastornato, servono dieci minuti per svegliarsi: Rakitic viene toccato in area, ma l'arbitro, dopo il consulto del Var, decide di negare il tiro dal dischetto. Papera del portiere spagnolo e doppietta della Pulga, fuoriclasse che non segnava nei quarti di Champions dal 2013 contro il PSG.

Messi vince, ne segna due e il Manchester United torna a casa. A differenza del Barcellona, che si presenta alla partita di stasera con la rosa quasi al completo, Solskjaer dovrà inoltre gestire le assenze di Luke Shaw, squalificato, e degli infortunati Eric Bailly e Antonio Valencia. Infine sprinta da metà campo saltando tutti (anche in questo caso con tanto di tunnel), dando il là all'azione che porta Sergi Roberto a divorarsi il 3-0, miracolo di De Gea. Bisogna tuttavia aspettare il secondo tempo per assistere al tris dei catalani, che fanno centro con il brasiliano Coutinho, che batte De Gea - questa volta incolpevole - con una conclusione precisa e potente che manda il pallone sotto l'incrocio dei pali.

Il Barcellona è uno spettacolo, Messi è il genio fatto calciatore. Tenta una rovesciata che esce di poco, sarebbe stato il punto esclamativo dopo una prestazione da primo della classe. Sbriciolata dal ritmo avversario ha però continuato a faticare, arrivando al triplice fischio finale senza aver lasciato il segno.