Elezioni europee, M5s punta sulle donne: chi sono le 5 capolista

Regolare Commento Stampare

"Andiamo in Europa con le idee ben chiare, l'Italia ha bisogno di cambiare le regole europee, essere al Governo e partecipare al lavoro del Parlamento Europeo che potrà essere ago della bilancia è un grande vantaggio". Galantino ha preso come pretesto per i post - identici - con cui le cinque candidate annunciano la diretta della conferenza stampa per le elezioni europee 2019. Con la votazione odierna si conclude il percorso per comporre le liste del Movimento 5 Stelle che, nei prossimi giorni saranno depositate.

Alessandra Todde per le Isole, Chiara Maria Gemma per il Sud, Daniela Rondinelli al Centro, Maria Angela Danzì nel Nord-ivest e Sabrina Pignedoli nel Nord-est. Le ultime stime ci dicono che l'impatto del reddito di cittadinanza sui consumi sarà considerevole, con un moltiplicatore assai elevato (attorno ad 1, ossia ogni 1 euro di spesa per il reddito genererà 1 euro di aumento del Pil), che contribuirà alla ripresa della domanda interna e del Pil nel secondo semestre dell'anno. "Non nascondo di averlo chiesto anche a Paola Pisano (assessora all'Innovazione del Comune di Torino, ndr), ma con la sua risposta ha dimostrato l'affetto e la voglia che ha di continuare a lavorare per Torino e per la sua crescita innovativa e tecnologica". Nel programma 5 Stelle anche il "salario minimo europeo per evitare il dumping salariale".

"In questa terza fase di voto gli iscritti dovranno esprimersi per confermare o non confermare i 5 nomi proposti dal Capo Politico come capilista nelle diverse circoscrizioni". Si tratta della Ceo di Olidata, la 49enne di Nuoro Alessandra Todde.