La RAI chiude Rai Movie e Rai Premium, gli utenti insorgono

Regolare Commento Stampare

Che dovrebbe arrivare domani, per bocca dell'amministratore delegato Rai Fabrizio Salini in commissione vigilanza Rai. Azione più che comprensibile in quel del Biscione, visto che l'azienda di Cologno Monzese si era contemporaneamente lanciata nel sorpasso, in un mercato ancora poco battuto dalle generaliste, con la nascita di '20', canale dedicato proprio al cinema e alle serie tv.

Secondo le stime riportate sui social dal giornalista Claudio Plazzotta, la creazione di una nuova rete Rai al femminile al posto di Rai Movie e Rai Premium porterebbe lo share ad una media dell'1%. Rai Movie mandava in onda circa 14 titoli al giorno, con un totale di 5150 film - di cui 2481 italiani - trasmessi solo nel 2018. Infine, oltre all'accorpamento di Rai Movie e Rai Premium, è prevista un'altra destinazione per Rai Scuola, che andrà a finire sul web. Tuttavia, stando ai dati diffusi da "Il Giornale", Rai Movie e Rai Premium costano annualmente circa 1 milione di euro a fronte di circa 30 milioni di euro derivanti dagli incassi pubblicitari. Rai Movie ha una programmazione eccellente, è gratis, ed è forse uno dei pochi canali per i quali vale la pena pagare il canone Rai. Stiamo parlando del decreto Franceschini che impone alla Rai di sostenere il cinema italiano attraverso la presenza di una quota di opere nazionali, cosa che veniva regolarmente garantita attraverso questo canale. Ma ora, con la sua eliminazione, come faranno ad assolvere a questo obbligo di legge? La motivazione, a detta del quotidiano, sarebbe legata alla necessità di fare spazio a due canali verticali, dedicati alle donne e agli uomini: "A parte la terminologia paleolitica "al maschile" e "al femminile" (capiremmo una RaiAction e una RaiEmotion...), la decisione sembra inspiegabile". Scelte che non hanno mai escluso film e fenomeni dei grandi festival come Venezia, Roma e Cannes, così come i premi italiani dei David e quelli internazionali degli Oscar, con particolare attenzione agli approfondimenti negli speciali Movie Mag di seconda serata.