La fede e gli errori di Fabrizio Moro in "Figli di nessuno"

Regolare Commento Stampare

I suoi quarantaquattro anni li ha messi da parte giusto qualche ora fa, essendo ieri il suo compleanno. Dal 12 aprile, giorno di uscita del nuovo album, Fabrizio Moro incontrerà infatti fan per presentare il nuovo album di inediti "Figli di nessuno". Il momento peggiore e mi chiedevo come avrei fatto. Meno pessimista, ma sempre incazzato.

"Figli di nessuno" arriva a due anni di distanza da "Pace".

"L'ho definito un album benedetto, perchè ogni volta che mi mettevo davanti a uno strumento nasceva una canzone ed è stato prodotta da me e dai miei collaboratori con cui lavoro da vent'anni".

"Il mio modo di scrivere è cambiato molto, perchè sono cambiato molto io dentro anche per tutto quello che mi è accaduto, prima di tutto sono diventato padre e questa è un'esperienza che mi ha cambiato profondamente e questo ha influenzato la mia scrittura e il mondo di interpretare le parole che scrivo". Dal 12 aprile Fabrizio Moro si tuffa nell'instore tour (a Roma, Discoteca Laziale di via Mamiani, ore 18) mentre a ottobre sono attesi i live nei palazzetti: 18 e 19 al Palazzo dello Sport di Roma, il 26 al Forum di Milano.