Def, Moscovici a Sky Tg24: "Italia fonte d’incertezza per l’Eurozona"

Regolare Commento Stampare

Cartellino giallo dall'Europa all'Italia sui conti pubblici mentre gli Stati Uniti tendono la mano al nostro Paese. "E la situazione italiana è fonte di incertezza per tutta l'Eurozona. Chiedo a Roma credibilità, tutti devono rispettare le regole e rispettare gli impegni presi", così il Commissario europeo Pierre Moscovici da Washington durante le riunioni degli Spring Meetings del Fondo Monetario Internazionale. Misure per la crescita. "E non è questione di essere duri, ma il debito deve calare", ha aggiunto. Sulle valutazioni finali della commissione europea ovviamente peserà anche l'analisi del documento di economia e finanza appena presentato dal governo Conte, non senza malumori interni alla stessa maggioranza.

Moscovici ha poi chiesto all'Italia "credibilità". Secondo Dombrovskis, questa fase di crisi dell'Italia, la peggiore tra tutti i Paesi Ue, è da attribuire all'Esecutivo Conte che ha deciso di inserire un aumento del deficit nella legge di bilancio del 2019. "L'Italia deve essere credibile e rispettare gli impegni presi, specialmente per quel che riguarda il deficit strutturale", ha detto. E sono due. Ancora una volta la Ue e il suo commissario per gli affari economici e monetari, Pierre Moscovici, ammoniscono il Belpaese sui conti che, a detta degli amministratori di stanza a Bruxelles, non tornano. C'è un rallentamento della economia italiana e dobbiamo tenerlo in considerazione. "È una questione di sostenibilità".

"Pensiamo che l'Italia debba anche aumentare la propria crescita potenziale - ha proseguito Moscovici - per questo servono riforme che possano fortificare la produttività e la competitività".