Royal Baby segreto: Harry e Meghan non vogliono l'annuncio ufficiale della nascita

Regolare Commento Stampare

Oltre al nome di battesimo, c'è anche la questione del titolo nobiliare di cui si potrà fregiare il nascituro: essendo troppo lontano nella linea di successione al trono, il 'Royal Baby' di Harry e Meghan difficilmente potrà essere un principe.

"La cultura gioca un ruolo vitale nella percezione dei nomi, di nomi popolari e impopolari in diversi paesi e, in definitiva, su come scegliamo di chiamare nostro figlio", spiega a tal proposito la Dottoressa Pilcher, Professore Associato di Sociologia presso la Nottingham Trent University ed esperta in sociologia dei nomi: "Essendo questo il primo Royal Baby ad avere un genitore inglese e uno americano, sarei sorpresa se Harry e Meghan si accordassero per un nome puramente 'british'".

Per il parto la duchessa del Sussex avrebbe deciso di affidarsi a dei medici scelti direttamente da lei. Eppure, quei "tempi" sono tornati. L'attesa si fa sempre più spasmodica e nel frattempo si susseguono le ipotesi e le congetture sul nuovo bebè della casa reale britannica.

Tradizionalmente, il primo a sapere di una nascita reale è il sovrano. Possibile che Meghan Markle abbia già partorito e che nessuno abbia visto strani movimenti nei dintorni?

La Markle, inoltre, ha fatto sapere a corte che lei e Harry non poseranno per la consueta foto di rito con il bebè subito dopo la sua nascita. "Le loro altezze reali - si legge - hanno deciso di mantenere privata ogni notizia relativa all'arrivo del loro bambino".

L'ultima frase del messaggio potrebbe sottintendere che la nascita del Royal Baby sarà condivisa con il pubblico solo dopo la celebrazione in famiglia e addirittura il bambino potrebbe essere già nato.

L'arrivo di Baby Sussex è, in qualche modo, lo specchio della vita a Palazzo di Meghan Markle. "I duchi non vedono l'ora di condividere l'emozionante notizia con tutti una volta che avranno avuto l'opportunità di celebrare privatamente come una nuova famiglia". Si era parlato di elicottero pronto durante il travaglio e la nascita per consentire in caso di emergenza il trasporto immediato in ospedale di madre e figlio.