Riserve su ipotesi di riforma delle tasse in Italia

Regolare Commento Stampare

Misure che permettano al Governo di mantenere le promesse. Lo ha detto in conferenza stampa il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde, in risposta a una domanda sulle scelte fiscali dell'esecutivo Conte.

Il Fmi ha riconosciuto tuttavia che l'Italia ha compiuto dei progressi sul fronte della riduzione dei crediti deteriorati delle banche. "Bisogna fare di più - ha aggiunto - ma c'è stato un calo reale" dei prestiti non performanti. "È necessario rafforzare il sistema bancario".

Dopo un biennio di espansione sostenuta, l'economia globale entra in una fase delicata e la crescita comincia a rallentare. Occorre poi aggiornare le strutture multilaterali "fornendo un campo di gioco equo" per tutti. Se "un anno fa parlavamo di una crescita sincronizzata per il 75% dei paesi - afferma Lagarde - oggi parliamo di rallentamento sincronizzato per il 70% dei paesi". Se una "formula che vada per tutti" non esiste, sono due i principi fondamentali: "non fare danni" e "fare la cosa giusta".