Giro di Sicilia: vince Brandon McNulty, per Martin rimonta a metà

Regolare Commento Stampare

La Maglia Verde Pistacchio e terzo in Generale, Fausto Masnada, ha commentato: "Sono soddisfatto di questo Giro di Sicilia, ho corso sempre davanti con la squadra per fare classifica, e alla fine sono secondo oggi e terzo nella Generale". Completano il podio Guillaume Martin (Wanty - Gobert Cycling Team) e Fausto Masnada (Androni Giocattoli - Sidermec).

"Nell'ultima tappa, la 4/a lunga 128 chilometri, disputata ieri da Giardini Naxos all'Etna (versante di Nicolosi), ha trionfato proprio Martin in 3h37'34", alla media di 35,299 Km/h, che si è presentato da solo sotto lo striscione dell'arrivo con un vantaggio di 10" su Masnada e di 13" su Dayer Quintana (Neri Sottoli Selle Italia).

Il corridore americano Brandon McNulty (Rally UHC Cycling) ha vinto Il Giro di Sicilia, indossando la Maglia Gialla e Rossa ed innalzando il Trofeo della corsa.

Ovviamente raggiante McNulty, il primo vincitore straniero nella storia della manifestazione, che tornava dopo 42 anni di attesa: "Sapevo come avrei dovuto correre, ho usato le mie qualità di cronoman per difendere la maglia di leader".

Il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha dichiarato: "È stato un orgoglio riportare questa storica corsa in Sicilia, che ha avuto un grande successo di pubblico sulle strade". Grazie alla quarta posizione odierna, a soli 14 secondi dal vincitore, McNulty conquista dunque questa edizione del Giro di Sicilia con un margine di 42 secondi su Martin e 56 su Masnada.

"Ma l'appuntamento più emozionante - ha proseguito - sarà con il Giro d'Italia, già dal prossimo anno. Adesso è tempo per un po' di festeggiamenti".

La Caltanissetta - Ragusa è la terza e penultima frazione di questa rinata gara organizzata da Rcs: sono 188 i chilometri da affrontare, con alcuni saliscendi nella parte finale (tra cui il Gran Premio della Montagna di Serra di Burgio, a ventuno chilometri alla conclusione) che favoriscono azioni d'attacco. "Ce ne siamo resi conto andando per le strade, con la folla entusiasta, con gli applausi, con l'interesse e quindi appuntamento al prossimo anno".