Sullo schermo '' Momenti di trascurabile felicità ''

Regolare Commento Stampare

Si tratta del riuscito adattamento cinematografico dei romanzi Momenti di trascurabile felicità (2010) e il relativo sequel Momenti di trascurabile infelicità (2015), entrambi scritti da Francesco Piccolo, che ha anche curato la sceneggiatura del film insieme a Luchetti. Il film, mette una domanda chiara allo spettatore cioè quella di indagare, in prima persona, i propri momenti di trascurabile felicità. Il confronto da questo punto di vista è impietoso per il film di Luchetti, che svende tutto il meglio di quel che ha da offrire (la suggestione, la capacità di far sì che il pubblico proietti se stesso nella strana avventura del protagonista) per un'insistita tenerezza, per un po' di ruffianeria d'accatto e per un ritratto assolutorio del peggior uomo medio, là dove poteva essere il racconto più onesto di quel che siamo e della grande umanità che permea gli eventi meno importanti delle vite di ognuno. La pellicola che racconta la morte e la resurrezione di un ingegnere, rispedito sulla Terra per 92 minuti, dopo un incidente mortale, è stato anche finanziato dalla Film commissione della Regione Siciliana. "In questa fiaba - conclude - ho avuto l'idea di utilizzare una Palermo inedita, quella della media borghesia nello spirito di Woody Allen del 'mi piacciono le commedie degli attici'". L'autan e lo yoga sono in contraddizione? Perché il martello frangivetro è chiuso in una teca di vetro? Protagonista è Pif, che interpreta Paolo.

Durante la visione del film assistiamo a una serie di flashback: il primo incontro di Paolo con sua moglie Agata (Thony), la nascita dei due figli, la loro vita matrimoniale costellata da momenti felici, ma soprattutto infelici. Insomma, sono tutte frasi che sentiamo dire al protagonista ma che non sentiamo mai dentro di noi, non ci convincono, non risuonano nella nostra testa. Attorno a lui una costellazione di affetti - Thony, Angelica Alleruzzo e Francesco Giammanco, un impiegato del paradiso - Renato Carpentieri - e poco altro.