Prima tappa alla Mitchelton-Scott

Regolare Commento Stampare

Una cronometro a squadre combattuta fino all'ultimo metro e vissuta fino all'ultimo secondo che sul Lido di Camaiore ha regalato forti emozioni agli appassionati e anche qualche pericolo per le condizioni di asfalto bagnato che i corridori hanno dovuto affrontare. Con un finale perfetto, da grande pistard: a tre chilometri dal traguardo si piazza prima sulla ruota di Gaviria e, all'ultima curva, sceglie quella dell'ex iridato Sagan che riesce a sorpassare negli ultimi 100 metri aggiudicandosi la vittoria. Il successo è andato alla Mitchelton-Scott e il primo a tagliare la linea bianca è stato il 27enne di Brisbane Michael Hepburn, 3 successi individuali finora in carriera su strada e 6 titoli mondiali conquistati in pista.

"Una volata abbastanza caotica", - ha dichiarato a fine gara il campione veronese - avevamo un piano che poi non è andato bene, ma i ragazzi mi hanno sempre tenuto coperto e poi, certo anche con un po' di fortuna, ma in finali così tecnici riesco spesso a fare bene. E' Adam, suo fratello, quello che lo scorso anno si tolse, proprio qui alla Tirreno-Adriatico, l'immensa soddisfazione di vincere la tappa di Filottrano, dedicata a Michele Scarponi. Comunque, viviamo alla giornata e vediamo cosa succede giorno per giorno. Per Elia Viviani questa vittoria di tappa è la quarta stagionale, ennesima riprova che il veronese è senz'altro il velocista del momento.