Roma, Ranieri: "Basta avere paura. Zaniolo e Kolarov in dubbio"

Regolare Commento Stampare

"Non si sono allenati con me e giocatori che non si allenano mi lasciano in dubbio se utilizzarli o meno". "Non va in nazionale, spero di riaverlo pronto dopo la sosta".

Su Schick e Dzeko: "Schick e Dzeko possono giocare insieme e non conta il sistema di gioco, l'importante è che si riconoscano".

Lei ha detto che la squadra non deve avere paura. Naturalmente bisogna fare attenzione poi a quali esterni inserire. Sono scelte importanti che si fanno in base a come stanno i calciatori che ho a disposizione, considerando anche la squadra che si va ad affrontare.

PAURE - "Non abbiate paura", grida in allenamento Ranieri ai suoi. Un problema psicologico che il tecnico sta provando a curare col tempo: "Dalla Roma ci si aspetta sempre tanto, io sono arrivato dopo due sconfitte consecutive".

DZEKO E SCHICK INSIEME - In questo momento la Roma deve giocare "unita e compatta", mettendo in campo calciatori in buone condizioni fisiche. "Non mi importa dell'errore, voglio una squadra libera mentalmente". La squadra ha risposto sufficientemente bene sulle prime richieste. "So che non posso chiedere molto di più perché i ragazzi erano abituati a giocare in un altro modo, ma vedo molta predisposizione e concertazione". "Io credo molto nella voglia di mettersi in mostra che è la cosa più importante". "Sono bravi a trovare la soluzione e prenderti in velocità, cercheremo di stare compatti".

Il ricordo. "Sabato con la Spal ricorderemo Taccola morto nel '69 io lo ricordo perché oltre a essere tifoso, quell'anno entrai nella Roma".