Cagliari-Fiorentina: muore un tifoso, cori vergognosi dei Viola

Regolare Commento Stampare

Solidarietà e soprattutto ferma condanna degli altri viola presenti nel settore ospiti per i cori 'devi morire, devi morire' di alcuni toscani.

Un tifoso è morto durante Cagliari-Fiorentina, colto da un malore sugli spalti della Sardegna Arena. Nella Curva Sud (dove l'uomo si trovava assieme alla madre e alla sorella) ansia, preoccupazione, dispiacere hanno spento l'entusiasmo per il successo dei rossoblù: nemmeno l'intervento del personale sanitario è servito a evitare la tragedia, né con il massaggio cardiaco né con l'utilizzo del defibrillatore è stato possibile salvare la vita allo spettatore stroncato da un infarto. È stato ricoperto con un telo bianco nel piazzale della curva sud con il personale del 118 e i vigili del fuoco che hanno tentato l'impossibile per salvarlo.

Il coro "Devi morire" è un classico per chi è abituato a frequentare gli stadi italiani e, per quanto deplorevole (la morte non si augura nemmeno al peggior nemico), fa parte di un certo tipo di folklore da sfottò: solitamente è riferito ad avversari che restano a terra dopo un contrasto (solitamente a quelli che evidentemente stanno simulando) oppure a quelli che protestano eccessivamente con l'arbitro o ancora a quelli che provocano la curva avversaria.

"Il calcio é diventato schifoso".

Aggiungendo: "Ero felice poi questo gruppo ha iniziato ad offendere i cagliaritani e la città di Cagliari". Anche la testata dei tifosi della Fiorentina, viola news.com ha pubblicato le condoglianze alla famiglia del tifoso deceduto.

"Si capiva subito - prosegue Tagliabracci - che stava succedendo qualcosa di grave sugli spalti dalle corse frenetiche degli operatori del 118". "Vergogna assoluta. questo non è il calcio che amo.".