Rubata la 'Crocifissione' di Bruegel Il Giovane

Regolare Commento Stampare

Due criminali sono entrati nella chiesa di Santa Maria Maddalena a Castelnuovo Magra, nella provincia di La Spezia in Liguria.

Il figlio, Pieter Bruegel il Giovane, dedicò gran parte della sua vita a copiare le opere del padre, riscuotendo un discreto successo.

Il progetto degli ignoti in questione infatti, a quanto pare, sarebbe giunto alle orecchie dei carabinieri prima ancora che divenisse fatto, e questi, saputo che qualcuno stava preparando il furto dell'opera, nelle scorse settimane, avrebbero sostituito il quadro con una copia, mettendo l'originale al sicuro. Ha così spiegato il sindaco di Castelnuovo Daniele Montebello: "Il quadro originale è stato sostituito da oltre un mese con una copia". Quando oggi è accaduto l'episodio, per esigenze investigative non potevamo svelare nulla.

Il dipinto, realizzato tra la la fine del secolo XVI e il XVII secolo, si estende su cinque tavole di rovere ed è una delle copie di una famosa Crocifissione di Peter Bruegel il Vecchio, andata dispersa. La quarta croce per alcuni studiosi simboleggia lo stato di sottomissione del popolo fiammingo alla dominazione spagnola. I ladri hanno scardinato la teca di protezione del dipinto che si trovava in una delle cappelle laterali, quella sinistra all'inizio della navata della chiesa. Donato da una famiglia benestante poco più di un secolo fa, durante la Seconda guerra mondiale l'opera fu nascosta per impedire all'armata tedesca di sottrarlo. L'opera, peraltro, era già entrato nelle mire dei ladri d'arte nel 1981: fu rubato per poi essere ritrovato dai carabinieri qualche mese più tardi. A distanza di 38 anni la storia si è ripetuta, ma i ladri questa volta si sono trovati in mano una copia, e con il fiato delle forze dell'ordine sul collo, che ora indagano a tappeto forti delle immagini di videosorveglianza e delle testimonianze di alcuni cittadini che si trovavano davanti alla chiesa proprio durante il furto.