La compagna di Luke Perry rompe il silenzio, la relazione con Dylan

Regolare Commento Stampare

"Lui mancherà moltissimo, un uomo straordinario, di cui si sentirà profondamente la mancanza", ha concluso la Bauer. A queste si è unita solamente di recente Jennie Garth (Kelly di Beverly Hills), la quale ha spiegato ai media che il suo silenzio social è stata una scelta ponderata nel rispetto dell'amico.

"Sono qui per dire - continua - che non ho chiesto io questa attenzione, non ho chiesto di essere messa sotto questi riflettori virtuali". Al magazine People Wendy, 44 anni, ha ringraziato tutti per la vicinanza alla coppia dopo la prematura dipartita di Luke Perry. E' così che Luke ha pensato di fare un testamento al fine di gestire al meglio il suo patrimonio dopo la morte, un patrimonio che - sempre secondo Forbes - sarebbe ammontato a 10 milioni di dollari. "Le tantissime e commoventi storie sulla gentilezza e generosità di Luke sono state fonte di consolazione in questo difficile momento". "Sono stati gli 11 anni più felici della mia vita - ha aggiunto - Sono grata di avere passato questo tempo con lui". Abbiamo trovato conforto l'uno nell'altro e nella consapevolezza che le nostre vite sono state toccate da un uomo straordinario.

La morte di Perry ha segnato molto anche i protagonisti di Beverly Hills 90210, il telefilm che lo ha reso famoso in tutto il modo per il ruolo di Dylan.

"Da quando mio papà se n'è andato ho ricevuto parecchia attenzione online: la maggior parte dei commenti sono stati di supporto, ma non esistono solo belle persone", scrive nel suo sfogo social, a margine di un selfie.

Wendy Madison Bauer era infatti al capezzale di Luke Perry, rimasto in ospedale agonizzante qualche giorno prima del decesso, assieme all'ex moglie dell'attore Rachel Minnie Sharp e i figli Jack e Sophie. Ha recitato in The Mentalist e Dottor House.