Bohemian Rhapsody in Italia nella top 10 di sempre

Regolare Commento Stampare

Ecco le sorprendenti dichiarazioni di Rudi Dolezal, regista di alcuni video dei Queen, in merito al potenziale progetto.

Se anche tu hai adorato con tutto te stesso Bohemian Rhapsody - il film sulla straordinaria vita di Freddie Mercury e dei Queen - devi assolutamente partecipare a questo incrocio di dita collettivo.

Ma procediamo con ordine.

Nel corso di un'intervista incentrata sullo storico manager dei Queen, Jim Beach, Dolezal ha rivelato: "Sono certo che sta progettando un sequel che riprenda la storia dal Live Aid". Il tutto passando per il racconto dell'incredibile vita, artistica e personale, del compianto frontman del gruppo Freddie Mercury, deceduto nel 1991 a causa delle complicazioni dovute all'Aids che aveva contratto anni prima.

Considerando l'enorme successo che ha ottenuto ai box office mondiali, e pure i quattro Oscar portati a casa, la notizia di un sequel non dovrebbe stupire più di tanto.

Mentre le persone si mettevano a piangere in sala ricordando infanzia e adolescenza, periodi passati ad ascoltare i Queen, e si emozionavano ascoltando le diverse hit riproposte nella pellicola, qualcuno lavorava a Hollywood, dietro le quinte, per assicurare un futuro a un biopic che in teoria non era mai stato ipotizzato inizialmente.

"Penso che il Live Aid fosse un buon punto dove interrompere la storia".

Voci di sequel per Bohemian Rhapsody?

L'ultima scena coincide con la performance dei Queen durante il Live Aid e non con la morte di Mercury. "Chi sa, potrebbe esserci un sequel.".

Una battuta, forse, che nel tempo è diventata possibilità sempre più concreta.

Non ci resta che aspettare conferme ufficiali in merito.