Air Italy ha i Boeing 737 Max 8: cosa accadrà adesso?

Regolare Commento Stampare

Air Italy ha annunciato in una nota stampa che, "dopo una approfondita valutazione, ha deciso di presentare ufficialmente l'accettazione degli oneri di servizio pubblico per volare sulle due rotte da Olbia (Olbia-Roma Fco e Olbia-Milano Linate) senza compensazione finanziaria". Esprimiamo apprezzamento per l'assessore regionale ai Trasporti Carlo Careddu per il ruolo svolto, un merito riconosciuto anche dall'amministratore di Air Italy, Dimitrov.

L'Ente nazionale per l'aviazione civile ha diffuso una nota in cui si legge che gli aeromobili Boeing 737 Max 8 nella flotta italiana sono 3, in uso alla compagnia Air Italy. "In relazione al B737 Max 8, tutti i tre aeromobili presenti in flotta non saranno operativi da questa sera, in conformità con la direttiva emessa da Enac", rende noto la società ricordando che "tutti gli aeromobili presenti nella nostra flotta sono sempre pienamente conformi con le istruzioni delle autorità di regolamentazione e con le procedure operative della casa costruttrice".

Per quanto riguarda le operazioni in corso, "Air Italy provvederà a riproteggere tutti i passeggeri". Il 737 Max è il velivolo venduto più velocemente della storia di Boeing e ha raccolto oltre 4.700 ordini da oltre 100 compagnie nel mondo.

La Boeing ha avviato un'indagine per capire cosa è accaduto nel volo tra Addis Abeba e Nairobi, ma precisa di non aver nuove disposizioni da dare ai piloti che guidano velivoli dello stesso modello di quello che è precipitato: "Stiamo prendendo ogni misura per capire in pieno gli tutti aspetti dell'incidente, lavorando in stretto contatto con i team investigativi e tutte le Authority coinvolte".