Ue, Conte a Strasburgo: "Juncker verrà a Roma l'1 Aprile"

Regolare Commento Stampare

"Occorre procedere con strumenti di finanziamento comune a livello europeo", ha detto Conte. In un durissimo intervento in italiano, l'esponente belga ha attacco il capo del governo dicendo che l'Italia "è diventata il fanalino di coda dell'Europa". La replica di Conte non si è fatta attendere "Sono orgoglioso di interpretare la voglia di cambiamento del popolo italiano. Forse i burattini sono coloro che rispondono a lobby e comitati d'affari".

"La politica Ue, di fronte a una crisi economica senza precedenti, si è ritratta impaurita" nelle sue procedure, perdendo il "contatto con il suo popolo". La politica ha rinunciato alla sua funzione legittimante e rappresentativa, apparendo - agli occhi dei cittadini - distante e "oligarchica". Certo, il percorso di definizione e di costruzione di un "popolo europeo" ha vissuto momenti significativi di avanzamento. Quindi uno sguardo, ampio, alle sfide globali, di fonte alle quali "nessuno Stato europeo può da solo giocare un ruolo significativo". "Di qui l'auspicio che una voce europea unita trovi spazio anche al Consiglio di sicurezza Onu". È una battaglia, questa, su cui l'Unione Europea deve muoversi in modo coordinato, deve parlare con una sola voce.

"Il divario nella disoccupazione, soprattutto giovanile, fra alcune aree europee svantaggiate ed altre con eccellenti tassi di occupazione, aumenta, fino a favorire chiusure nazionalistiche, se esso deve essere affrontato solo con politiche nazionali", ha aggiunto Conte. Smettiamo di rimanere divisi, cedendo a logiche nazionaliste o regionaliste, e cerchiamo di mettere in pratica un'autentica solidarietà (...) La proposta di riforma del Regolamento di Dublino, approvata a novembre del 2017, non è sostenibile nell'attuale Ue.

(Agenzia Vista) Strasburgo, 12 febbraio 2019 Conte a strasburgo, Juncker verra a aroma l 1 Aprile "Vi dò una notizia, Juncker verrà a Roma l'1 Aprile, andremo a cena, passeremo la giornata assieme".