Rohani: falliti complotti, batteremo Usa

Regolare Commento Stampare

Alle manifestazioni, riferisce l'agenzia ufficiale Irna, ha preso parte anche il presidente dell'Iran Hassan Rohani, che si è rivolto alla folla in piazza Azadi con parole dure nei confronti degli Usa: "La presenza del popolo in questa celebrazione prova che i complotti dei nostri nemici sono stati sventati". E ancora: "calpesteremo gli Stati Uniti", "40 anni di sfide, 40 anni di sconfitte per gli Stati Uniti" e "Israele non vivrà altri 25 anni" sono stati gli slogan urlati in piazza.

"Gli Stati Uniti hanno ripetutamente annunciato negli ultimi anni che l'Iran sarebbe crollato, ma non è servito". Su una corsia degli autobus sono pure esposte due repliche di missili balistici di fabbricazione locale, mentre poco più avanti si mostrano le copie di due missili da crociera, sempre realizzati in Iran.

Tanti gli striscioni ed i ritratti inneggianti a Khomeini, che dichiarò l'Iran una Repubblica islamica, e al suo successore, l'ayatollah Khamenei.

La strategia di "massima pressione" di Washington si prepara a un nuovo rilancio nel summit di mercoledì e giovedì a Varsavia, dove hanno invitato un'ottantina di Paesi per gettare le basi di una nuova 'Nato anti-Iran'.

"Non chiediamo e non chiederemo a nessuno il permesso per produrre alcun tipo di missile" con "scopi difensivi", ha aggiunto il presidente iraniano, ribadendo però la volontà del suo governo di "proseguire l'impegno costruttivo" con la comunità internazionale sull'intesa nucleare del 2015. "Oggi - ha spiegato Rohani - l'85% del nostro equipaggiamento militare, necessario per la difesa del Paese, è di produzione interna".