Negramaro, Spedicato salta tour, ci sarà il fratello

Regolare Commento Stampare

E via ad un flusso ininterrotto di commenti in cui i fan - che erano stati tutti d'accordo con la decisione della band salentina di posticipare il tour proprio per la vicenda di Lele - augurano al chitarrista di riprendersi completamente. Il clima è decisamente allegro, i Negramaro sono felici di poter avere nuovamente sul palco con loro l'amico di sempre.

Spedicato è in riabilitazione da quando, lo scorso ottobre, è uscito dalla terapia intensiva dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove era stato ricoverato per quattro settimane in seguito ad un'emorragia cerebrale che l'aveva colpito in casa a settembre.

A novembre 2018 i Negramaro hanno rinviato la partenza della loro tournè di qualche mese per permettere a Lele Spedicato di partecipare al tour.

In un video postato sul profilo facebook della band, Lele interrompe un brano reggae che suona con Giuliano Sangiorgi e annuncia che a prendere il suo posto sarà il fratello Giacomo (23 anni).

L'"Amore che Torni Tour Indoor" dei Negramaro si prepara a ripartire nei palazzetti, dopo il successo negli stadi, con il primo appuntamento del 14 febbraio a Rimini. I video sono accompagnati dal seguente messaggio: "Come vedete ce la sto mettendo tutta e grazie anche al vostro sostegno mi manca pochissimo per tornare al 100%" ma "ho bisogno di un altro po' di tempo".

"Per i medici - prosegue poi - devo terminare la riabilitazione per riprendermi completamente e non rischiare nulla, quindi ho bisogno di un altro po' di tempo. Mi mancate, vi amo", conclude il chitarrista.

"Inutile dire che sono profondamente dispiaciuto -conclude Lele Spedicato - ma avremo modo di recuperare quanto prima". Quindi, toccherà fino a marzo Mantova, Padova, Conegliano, Torino, Bologna, Milano, Firenze, Roma, Caserta, Eboli, Bari, Reggio Calabria e Acireale.