"Io sono Mia", la vita della cantautrice calabrese questa sera su Rai1

Regolare Commento Stampare

Una cantante come poche, che nella sua, purtroppo breve, esistenza ha incantato gli italiani con la sua voce e la sua musica.

Due persone che sono state importantissime nella vita di Mia Martini si sono rifiutate di essere nominate nel film e si tratta dell'amico della cantante, Renato Zero e di uno dei suoi amori, Ivano Fossati.

A quasi 24 anni dalla sua scomparsa, Mia Martini viene ricordata con un docu - film a lei dedicato: "Io sono Mia".

Diretto da Riccardo Donna e interpretato da una straordinaria Serena Rossi, Io sono mia comincia da quel Festival di Sanremo del 1989 in cui Mimì è tornata alla ribalta dopo anni di assenza dai palcoscenici nazionali e internazionali.

La storia procede dunque attraverso il racconto che la stessa Mia Martini fece della sua vita durante un'intervista concessa a quel Festival.

Tuttavia subito dopo la morte, venne disposta un'autopsia sul corpo di Mia, all'anagrafe Domenica Rita Adriana Bertè, che rivelò l'utilizzo di sostanze stupefacenti, il tutto poi smentito negli anni dalle sorelle.

Per l'occasione sono stati riadattati i brani più famosi di Mia Martini e verrà proposto un inedito che aveva scritto poco prima della sua morte e che Caterina Caselli aveva custodito gelosamente.

Oggi Loredana, forza della natura che ha sfidato tutte le più difficili avversità della vita, continua a snocciolare ricordi personali con Mia Martini permettendoci di sognare di averla ancora con noi: da quando giovanissime facevano l'autostop per andare ai provini per sfondare come cantanti a quando si davano consigli sulle loro carriere.

Nel cast del film-tv, oltre a Serena Rossi, troviamo Lucia Mascino (Sandra), Maurizio Lastrico (Andrea), Dajana Roncione (Loredana Bertè), Antonio Gerardi (Alberigo Crocetta), Nina Torresi (Alba), Gioia Spaziani (Salvina), Corrado Invernizzi (Charles Aznavour) ed Edoardo Pesce (Franco Califano).