Il Parlamento europeo intitola lo studio radiofonico ai giornalisti assassinati a dicembre

Regolare Commento Stampare

Grandissima commozione oggi pomeriggio alla cerimonia che si è tenuta al Parlamento europeo in memoria di Antonio Megalizzi e Bartosz Orent-Niedzielski, i due giornalisti uccisi nell'attentato a Strasburgo esattamente due mesi fa. Proprio ieri l'emittente Europhonica ha ripreso le proprie trasmissioni.

La targa commemorativa è stata svelata dal Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, alla presenza di membri delle famiglie dei due giornalisti. "Contate su di noi - ha promesso - nessuno dimenticherà Antonio e Bartek".

"Antonio era un europeista convinto ma soprattutto un entusiasta: smontava le fake news e amava parlare di problemi complessi in modo pop, in modo semplice e democratico, che arrivasse ai giovani", lo ha ricordato la collega Clara Stevanato, assieme alla trentina Caterina Moser. "Erano parte di noi e il loro progetto che è ripartito trasformerà il loro ricordo in una presenza viva di questi due giovani giornalisti, non soltanto dentro il Parlamento ma anche in quel mondo universitario che loro cercavano di informare su che cosa è l'Europa".