Sanremo, Il Volo insultato in sala stampa: "E' bullismo"

Regolare Commento Stampare

Stavolta in conferenza stampa hanno incassato il disappunto dei giornalisti mentre a sorpresa è stato Ultimo, secondo classificato, il protagonista di un duro sfogo contro gli inviati dei giornali che gli avevano preferito, nel voto, il vincitore Mahmood, vanificando il favore plebiscitario ottenuto dal pubblico da casa attraverso il televoto. Scelgono il mezzo che meglio funziona, visto che, da parte dei giornalisti, hanno ricevuto solo offese, insulti e prese per i fondelli.

Sanremo - Il Volo non ci sta e, a distanza di due giorni dalla finale del Festival di Sanremo, Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble rompono il silenzio per dire la loro sugli insulti ricevuti dai giornalisti (postati in un video sui social da Francesco Facchinetti, ndr), definendoli anche "una forma di bullismo". "La storia l'ho scaricata da Instagram - spiega -". Come abbiamo potuto vedere tutti in diretta, alla proclamazione del terzo posto per Il Volo - si è potuto udire un coro da parte dei giornalisti che hanno urlato a i tre ragazzi "m***de", per poi continuare ai danni di Ultimo.

La musica dovrebbe essere libertà, non motivo di insulto!

"A loro - aggiunge quindi l'ex capitan uncino - voglio dire una frase che trovate all'interno dell'Uomo Ragno: da un grande potere deriva una grande responsabilità, perché essere giornalista è un grande potere. Capisco che non tutte le persone sono abituate a pressioni del genere".

"Alcuni giornalisti ci hanno pesantemente insultato".

Un atteggiamento irrispettoso e degno dei cori da Stadio, denunciato da Francesco Fachinetti al termine del Festival 2019 con un tweet che ha scatenato una vera e propria bufera. Queste persone non hanno portato gloria all'ordine che rappresentano.