Picco d'influenza in Italia: 52 morti dall'inizio dell’epidemia

Regolare Commento Stampare

Influenza 2019: sintomi, vaccino, picco e quanto dura. Nell'ultima settimana, riferisce il bollettino Flu News dell'Istituto Superiore di Sanita', si e' toccato con ogni probabilita' il numero massimo di casi con 832.000 nuovi contagi. Il livello di incidenza, in Italia, nella quinta settimana del 2019, ha raggiunto la soglia di intensità "Alta" ed è pari a circa 13,8 casi per mille assistiti. "Nulla di cui preoccuparsi e niente di diverso rispetto a quanto avevamo previsto - avvisa Cinzia Germinario, responsabile dell'Osservatorio epidemiologico della Regione Puglia - le persone colpite sono quelle delle fasce più deboli, anziani e bambini, che non hanno fatto la vaccinazione antinfluenzale".

In linea con i dati degli ultimi anni, anche questa stagione influenzale ha interessato soprattutto le età pediatriche. Il livello di incidenza sale ancora, dunque, ma è per il momento inferiore a quello della scorsa stagione influenzale. Come si trasmette? I virus influenzali si trasmettono prevalentemente per via aerea e si diffondono molto facilmente attraverso le goccioline di saliva che il malato produce tossendo, starnutendo o semplicemente parlando, soprattutto negli ambienti affollati e chiusi.

I dati sono preoccupanti. I casi sono stati segnalati, fin ora, da 17 Regioni e Province autonome.

A patire maggiormente le conseguenze dell'influenza di quest'anno sono però bambini e ragazzini, sia quelli della fascia pediatrica tra 0 e 4 anni che in quella scolare dai 5 ai 14. Nell'80% dei casi gravi e nell'85% dei deceduti era presente almeno una condizione di rischio preesistente (diabete, tumori, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, obesita', ecc.) e l'83% dei casi risulta non vaccinato.

Secondo l'Iss, la stagione influenzale 2018-2019 è stata caratterizzata principalmente dai virus di tipo A dei quali la metà appartenente al sottotipo A-H1N1 e, i rimanenti, al sottotipo A-H3N2. Tra la metà di ottobre e la fine di aprile dello scorso anno, in Piemonte l'influenza aveva colpito circa 670.000 persone.