Elezioni regionali in Abruzzo: chi sono i candidati

Regolare Commento Stampare

Elezioni regionali Abruzzo 2019: come si vota? Il centrosinistra, con Legnini, al 28,7%. Si tratta di Sara Marcozzi, avvocato di 41 anni che ha vinto le primarie su Rousseau.

Immediate le reazioni. Il Pd è stato il primo ad insorgere con Nicola Zingaretti, candidato alla segretaria del partito, che ha reagito con un contro-tweet: "Salvini viola la legge elettorale facendo propaganda". Vero e proprio balzo di Salvini rispetto alle Politiche quando aveva ottenuto il 13,8%. Bene Fratelli d'Italia, oltre il 6%, in crescita sul 4 marzo (5,03%).

Marsilio anticipa subito una delle priorità da mettere in campo: "La ricostruzione è priorità assoluta, una verogna da cancellare assolutamente. Spero che questo induca una riflessione anche al Governo". "La mia assoluta priorità è rimettere in pochi mesi le persone nelle condizioni di rientrare nelle loro case". Il vicepremier, leader della Lega e ministro dell'Interno, per due volte, qualche minuto prima che si aprissero le urne per le elezioni Regionali e poi intorno alle 12, ha lanciato su Twitter appelli espliciti a votare Lega. Abbiamo ascoltato tante richieste di persone, di amministratori locali di associazioni di categoria e tutti hanno come priorità i temi dell'occupazione, dello sviluppo e di una sanità efficiente, moderna, vicino si cittadini. Il suo centrosinistra ha poco di Pd e molto di civico e riunisce uno spettro amplissimo di forze, incluse Sinistra Italiana-Leu. Anche se Silvio Berlusconi fatica ad arrivare alla doppia cifra (circa il 9,7%) laddove Fdi - partito di Marsilio - tocca il 6,5%. "Sto girando l'Abruzzo per presentare i miei progetti e quelli della coalizione di Centrodestra", spiega Marsilio agli ospiti di un incontro conviviale ed elettorale organizzato da Febbo. Da oggi comincia la sfida di Forza Italia e del centro-destra per la Sardegna, per la Basilicata, per il Piemonte e infine per le elezioni europee di maggio decisive per il futuro dell'Europa e dell'Italia.

Alle ore 23, invece, sono previsti i primi exit poll. Si è rilevata vincente, unificante e convincente. Sara Marcozzi del M5S già candidata alla presidenza regionale nel 2014.