Sea Watch, fonti Viminale: 'La Francia non vuole più i migranti'

Regolare Commento Stampare

ROMA, 7 FEBBRAIO- Il Viminale fa sapere che la Francia non è più disponibile ad accogliere i migranti della Sea Watch.

Il caso diplomatico, culminato con il ritiro momentaneo dell'ambasciatore francese a Roma, rischia dii avere ripercussioni su diversi aspetti che vedono la Francia e l'Italia seduti allo stesso tavolo. Parigi si farà carico delle persone che hanno bisogno di protezione ma non accoglierà i migranti economici.

Ma tra gli sbarcati non ci sono richiedenti asilo e quindi Parigi ha ritirato la sua offerta. Lo convocherò perché voglio risolvere la situazione, con i no non si va da nessuna parte. Più istituzionale la lettera inviata dal ministro a Castaner per invitarlo ad "un confronto ed un proficuo scambio sui dossier aperti", sottolineando che Italia e Francia "da sempre condividono solidi rapporti bilaterali, con particolare riferimento ai campi della sicurezza, del terrorismo e dell'immigrazione". "Ottimo! Col dialogo si risolvono tutti i problemi, pronto a lavorare col collega francese per combattere scafisti e terroristi", ha commentato Salvini.

Lunedì e martedì prossimo - a quanto si apprende - tecnici del ministero delle Infrastrutture e della Gestione delle acque dell'Olanda svolgeranno un'ispezione tecnica alla nave ormeggiata nel porto di Catania.