LG, il G8 avrà la fotocamera frontale 3D

Regolare Commento Stampare

Resa possibile dal sensore di immagine Infineon REAL3TM, la tecnologia Time-of-Flight renderà la fotocamera anteriore di LG G8 ThinQ più smart.

Questo nuovo sensore permetterà allo smartphone di eseguire misurazioni più accurate sulla distanza di un oggetto dal sensore stesso andando a catturare la luce a infrarossi mentre viene riflessa dal soggetto.

Dopo i rumors delle scorse settimane che volevano la presenza di una fotocamera con sensore 3D sulla parte frontale del nuovo LG G8 ThinQ, adesso LG conferma ufficialmente le speculazioni.

LG evidenzia la maggiore velocità e precisione della fotocamera a tempo di volo rispetto alle altre tecnologie di rilevamento 3D, una soluzione che promette anche di ridurre il carico di lavoro sul processore e quindi di ridurre anche i consumi di energia, dovuti all'impiego di complessi modelli matematici necessari con altre tecnologie.

Non ci resta il Mobile World Congress 2019 di Barcellona per ulteriori informazioni ufficiali su LG G8 ThinQ. Anche Vivo Nex Dual Display Edition è dotato di un sensore ToF che può essere utilizzato sia per gli autoritratti che per le immagini normali. Infineon sviluppato la sua tecnologia anche per i dispositivi di fascia premium e medi di gamma, oltre che per i top di gamma.

A seguito di questa collaborazione, l'azienda Infineon ha promesso di introdurre le fotocamere 3D in tutti gli smartphone entro i prossimi cinque anni.

Grazie all'impiego di questa tecnologia, LG G8 ThinQ sarebbe in grado di fornire una fotocamera con capacità senza pari, secondo quanto affermato nel recente comunicato stampa da Chang Ma, vicepresidente senior e responsabile della strategia di prodotto della casa.

LG punterà sul nuovo LG G8 ThinQ nel tentativo di incrementare la sua presenza nel settore smartphone, porponendolo come terminale di punta per gli utenti che richiedono prestazioni fotografiche superiori.