Gilet gialli: nuovi scontri a Parigi

Regolare Commento Stampare

I gilet gialli (CHI SONO) continuano a protestare in Francia per il tredicesimo sabato consecutivo. Scontri e violenze a Parigi dove diverse migliaia di dimostranti si sono radunati attorno a mezzogiorno agli Champs-Elysees, da dove è poi partito un corteo verso la Tour Eiffel, scandendo slogan contro la polizia. Un uomo è rimasto gravemente ferito e, da quanto ha riferito una fonte delle forze dell'ordine a Bfmtv, ha perso una mano in seguito all'esplosione di un granata di gas lacrimogeno che aveva raccolto da terra per rilanciarla contro gli agenti. Manifestazioni destinate a continuare anche in serata, e che avranno una loro eco anche in altre città francesi con cortei a Bordeaux, Tolosa, Lorient, Caen, Valence e Marsiglia. Alcuni esponenti hanno rifiutato di incontrarli, io ho accettato.

"Lo scopo era quello di fare una prima manifestazione dei gilet gialli italiani ma non ce l' hanno permesso. I politici sono divisi, ma noi siamo uniti", dicono. Ho pensato che era un'ottima opportunità per capire come avevano strutturato il loro movimento e come erano riusciti in meno di 10 anni ad accedere al potere. Ma forse è arrivato il momento di fermare la brutalità che aleggia in Francia. "Non ne faccio più parte". Il nostro movimento in Francia corrisponderà al Movimento Cinque Stelle in Italia. "Lo annunceremo all'inizio della prossima settimana", ha fatto sapere. I manifestanti si erano dati appuntamento allo stadio di Nizza, poi si erano diretti verso l'autostrada A8 per dirigersi a Mentone e verso l'Italia. Anche nella giornata di Oggi, 9 febbraio 2019, non si cambia il registro toccando, se possibile, vette più aspre.