Sanremo 2019, i momenti migliori della quarta serata

Regolare Commento Stampare

Un Festival che ha ridotto al lumicino i momenti comici, riempiendo troppo le serate di esibizioni e non riuscendo a trovare i testi giusti per creare curiosità. Sul palco salgono nomi molto diversi tra loro e ci sono alcuni ritorni interessanti, quello di Nada, che con Motta vince il premio per il miglior duetto (tra qualche fischio incomprensibile), ma anche quello di Irene Grandi, senza contare quello dei due vincitori dello scorso anno, ovvero Ermal Meta e Fabrizio Moro che hanno accompagnato rispettivamente Simone Cristicchi e Ultimo.

Per quanto riguarda la "sfida" tra le serate, quella di venerdì registra un lieve aumento: se infatti l'ascolto medio della terza serata era stato intorno ai 9,4 milioni, la prima parte della quarta serata del festival, quella che va dalle 21.24 alle 23.39, ha ottenuto su Rai1 11 milioni 170 mila spettatori con il 45.5% di share.

Cresce l'attesa per il gran finale del Festival di Sanremo 2019. Già durante la conferenza stampa di apertura dei lavori di Sanremo 2019 si è ventilata la possibilità, forse non proprio così remota, di un Baglioni Ter.

Forte di questi risultati, la Rai guarda al futuro: "Da domenica pomeriggio inizieremo a pensare alla prossima edizione: se troveremo anche in Baglioni la volontà di intraprendere un cammino insieme, non lo escludo".

Tutto sulla quarta serata
Festival Sanremo 2019, flop ascolti. Ieri persi 5 punti di share

Perché Sanremo è Sanremo e non lo è senza tutte le polemiche che si trascina dietro. Come si sarà comportato ieri sera il terzetto Baglioni-Raffaele e Bisio? .

A cominciare dal primissiomo ospite della kermesse musicale, Andrea Bocelli. Risultati che sembrano confermare anche le critiche che arrivano dai giornali, siti o social. "Se non gli confiscano il microfono presenterà anche il TG Rai della notte alla fine del Festival".

Principale "bersaglio" sotto la luce dei riflettori è, inevitabilmente, il direttore artistico Claudio Baglioni.