Achille Lauro, sospetti di plagio

Regolare Commento Stampare

Poi Jimmy Ghione prova a incalzare Salvini alludendo alle responsabilità di chi ha scelto di portare sul palco di Sanremo Achille Lauro e la sua canzone: "Ma chi ha selezionato sia il cantante che il pezzo, non si sarà fatto una leggerissima domanda?", ha chiesto l'inviato di Striscia la Notizia. "Esiste una perfetta corrispondenza della base musicale della chitarra della canzone Rolls Royce presentata dal cantante Achille Lauro a Sanremo con Delicata... mente degli Enter, così come dimostrato dal software e da una perizia tecnica da loro consegnatami". "Questa è la caratteristica più evidente, ma ci sono anche molte altre caratteristiche riprese, che la commissione apposita del Festival non può non aver colto".

Come riportato dall'Imperia Post, le due tracce audio sono state comparate da un esperto del Tribunale di Roma.

Bene o male, basta che se ne parli.

"Al momento il giudice, con ogni probabilità, sta già esaminando i documenti per valutare se ci sono gli estremi per procedere", ha continuato l'avvocato Abbo. A sollevare i dubbi è Striscia la Notizia, secondo cui il singolo "Rolls Royce" in gara all'Ariston è "un inno all'ecstasy". Il suo nome è Spirit of Ecstasy, Spirito dell'ecstasy: da qui l'abitudine a chiamare Rolls Royce le pasticche sintetiche.

Ogni giorno esce una cosa nuova, prima il plagio che non è un plagio.

Un'ipotesi davvero ardita, che ha comunque preso a girare all'impazzata nel web (un po' come ieri l'accusa di plagio). Ora questo. Ma io non ho mai sentito parlare di questa cosa.

Rolls Royce sta diventando una questione nazionale. Il pezzo è una fotografia di tutte le icone mondiali dagli anni Cinquanta a oggi: "dal mondo di Hollywood alla musica, allo stile", ha detto. "La droga è un problema vero, da risolvere e combattere".