Il cervello delle donne è più giovane di quello degli uomini

Regolare Commento Stampare

Insomma, nella fase di invecchiamento lei rimane più cerebralmente attiva di lui: lo dice la medicina. "Il metabolismo del cervello potrebbe aiutarci a capire alcune delle differenze che vediamo tra uomini e donne mentre invecchiano".

Il cervello delle donne è più giovane di tre anni rispetto a quello degli uomini e, dunque, invecchia più tardi. Con il passare degli anni, come è risaputo, la quota di zuccheri metabolizzata a livello cerebrale diminuisce: il processo è chiamato glicolisi aerobica.

Gli scienziati del gruppo di Manu Goyal hanno sottoposto 205 persone (121 donne e 84 uomini, di età compresa tra 20 e 82 anni) a un esame Pet seguito da calcoli di intelligenza artificiale.

Studiano gli zuccheriI ricercatori americani hanno messo il focus sullo zucchero, su come il cervello lo brucia.

Cari colleghi uomini, la scienza si è recentemente pronunciata su una questione riguardante l'universo maschile e femminile che, noi, difficilmente riusciremmo ad ammettere: il cervello delle donne è più giovane di quello degli uomini. L'esperimento e' stato fatto anche sugli uomini addestrando l'algoritmo con dati femminili, e ne e' emersa un'eta' cerebrale media di 2,4 anni maggiore rispetto a quella reale.

Sfruttando un algoritmo 'allenato' a mettere in relazione l'eta' e il metabolismo cerebrale sulla base di dati raccolti nei maschi, gli studiosi hanno scoperto che nelle donne l'eta' media del cervello era di 3,8 anni inferiore rispetto a quella anagrafica. Un dato importante evidenziato dal lavoro americano è che la maggiore 'giovinezza metabolicà del cervello femminile era rilevabile anche tra i partecipanti più giovani, all'incirca ventenni. LA PET è una tecnica che permette di misurare il metabolismo dei tessuti di interesse, in questo caso quelli del cervello.

A spiegarlo è lo stesso Goyal, come racconta Ansa: "non è il cervello degli uomini a invecchiare più velocemente: in realtà gli uomini raggiungono l'età adulta circa tre anni dopo le donne e questa differenza persiste nel corso della vita. Non sappiamo ancora il significato di questa scoperta, ma penso che potrebbe essere il motivo per cui le donne sono meno suscettibili al declino cognitivo in età avanzata: il loro cervello è effettivamente più giovane", ha concluso il coordinatore della ricerca.