Elezioni, Di Battista e Di Maio in Abruzzo

Regolare Commento Stampare

Intervistata dall'Ansa, l'infermiera trentunenne si è detta "sbalordita" per un'iniziativa "di cui sono stata avvertita solo all'ultimo, organizzata alle mie spalle" dal sedicente "portavoce" del Ric Christophe Chalencon.

"Andiamo avanti sulle cose su cui siamo d'accordo e non mettiamoci a parlare delle cose su cui non siamo d'accordo, perché sconsiglio di creare delle tensioni: su questo a tirare dritto sono io", ha detto all'Aquila il capo del Movimento cinque stelle sul treno ad alta velocità che dovrebbe collegare Italia e Francia, partecipando a un evento nella sede dell'Ance a sostegno di Sara Marcozzi, candidata presidente della Regione. "Incontreremo Di Maio, ma ora è troppo presto", ha concluso la 31enne francese. Ciò che ha fatto il controverso fabbro del Vaucluse è stato a suo avviso "disdicevole".

Quindi niente viaggio, come sostenuto ieri da Chalencon, la settimana prossima in Italia? Infatti mi sembra che stia trapelando anche dal Ministero dei Trasporti che questa analisi costi-benefici sia negativa. "Un'alleanza - ha affermato - è qualcosa di molto forte, non è qualcosa da prendere alla leggera, ma il dialogo sì". "Tra i presenti all'incontro oltre agli eurodeputati del MoVimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo, Tiziana Beghin e Ignazio Corrao, anche alcuni leader della lista Ric che ha come capolista Ingrid Levavasseur e che si presenterà alle prossime europee".

Sulla questione di un possibile patto all'Eurocamera si è espresso oggi anche Bernard Tapie.

L'intervento dei militari era stato già invocato da Chalencon il 3 dicembre, quando il leader dei gilet gialli aveva chiesto "un vero comandante" a palazzo Matignon, sede del governo francese.