Domenica In, pomeriggio infernale: gaffe e insulti

Regolare Commento Stampare

Nello specifico si stava parlando dell'argomento clou del momento, ossia del Festival di Sanremo.

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 viene ricordata come la peggiore della storia, Renato Pozzetto avrebbe dovuto esser presente al fianco del quartetto inedito composto dai figli di papà: Rosita Celentano, all'epoca compagna di Jovanotti, Danny Quinn, figlio di Anthony, Gianmarco Tognazzi e Paola Dominguin, sorella di Miguel Bosè. Molti si sono così domandati come sia stato possibile mandare in onda "gente totalmente incapace e insensibile come Rosita". Tanti gli ospiti in studio e un bel clima di festa che, però, è stato rovinato da un'affermazione impropria fatta da Rosita Celentano (anche lei tra gli ospiti di Mara Venier).

Dopo la pausa pubblicitaria, la Celentano ha immediatamente chiesto scuola: "Non era mia intenzione offendere nessuno".

Una battuta inconsapevole che ha scatenato gli utenti del web con precisazioni e frasi che lasciano poco all'immaginazione.

Rosita Celentano, dopo aver partecipato a Domenica In, è finita nella bufera mediatica per una sua uscita decisamente fuori luogo. Quindi chiedo scusa se si è sentito qualcuno veramente colpito direttamente. Alla vigilia della tournée, che partirà la prossima settimana da Bolzano, l'attore romano ha raccontato: "Il teatro è stato il segreto del mio successo, perché mi ha fatto capire davvero cos'è la comicità". Non hanno certo aiutato gli ospiti, personaggi dalla lingua lunga e ben difficili da tenere a bada: da Enrico Montesano a Rosita Celentano, ognuno è sembrato fare il possibile per mettere in difficoltà la povera Mara Venier. D'altronde, gli scivoloni possono accadere.