MotoGp, Marini su Rossi: "Deve correre fino a 46 anni"

Regolare Commento Stampare

Per il VR46 SKY Racing Team è finalmente arrivato il grande giorno della presentazione. La Yamaha è ha svelato al mondo intero la nuova livrea della M1 che sarà guidata durante la stagione 2019 di MotoGp da Valentino Rossi e Maverick Vinales. Nella classe di mezzo il confermatissimo Luca Marini (nonchè fratello di Valentino Rossi, ndr) e Nicolò Bulega in arrivo dalla Moto 3 dopo un triennio fatto di luci (poche) e di ombre (tante). All'esordio nella categoria intermedia con il suo 'storico' numero 11, cercherà di sfruttare il suo punto di forza: entrare in curva con i freni in mano fino al limite per uscire più veloce di tutti. Nella minima cilindrata Foggia, che ben si è espresso nella sua prima stagione nel campionato del mondo, vuol regalare alla squadra altre soddisfazioni, al pari di Vietti, talentino del nostro vivaio che l'anno passato seppe centrare il podio in Australia alla seconda apparizione iridata.

In Moto2, i due centauri avranno grandi motivazioni, partendo da presupposti diversi. "Questo credo che sia l'obiettivo per questa stagione per cercare di vincere", ha continuato il quasi 40enne pilota italiano prima di aprire una parentesi sul nuovo sponsor Monster: "per me è un lungo tempo che sono con Monster, mi sento bene, mi piacciono i colori e credo che il verde e il nero stanno bene col blu della Yamaha, siamo più aggressivi, siamo un po' man in black. sono orgoglioso di questo, è molto importante avere Monster come sponsor del team". Ho debuttato con lo Sky Racing Team VR46 in Moto3 nel 2016. Sono contento di poter tornare in pista con questi ragazzi.

"A novembre il primo test con il nuovo motore ha dato riscontri positivi, ma impareremo a prendere una reale confidenza con la moto solo nelle prossime settimane", ha spiegato Luca Marini. "Non vedo l'ora che inizi questa stagione e di poter lavorare insieme".

Ulteriormente puntati saranno i fari su Marini, fratellino di Valentino.

Vi saranno anche alcune novità interne al team.

Il Team Coordinator resta Luca Brivio, mentre il nuovo coach di guida della VR46 Riders Academy è Roberto Locatelli, che subentra a Idalio Gavira.