Hamsik in Cina: entro domani De Laurentiis aspetta il bonifico cinese

Regolare Commento Stampare

"Se ha l'esigenza di fare un'altra esperienza, c'è la voglia di accontentarlo".

È tutto ciò che ha scritto Marek Hamsik nel consueto commento alla gara sul suo sito ufficiale.

Dopo ben 520 presenze e 123 gol con la maglia azzurra, il centrocampista slovacco ha ormai deciso di lasciare Napoli, accettando la corte del Dalian Yifang: domani, dunque, partirà per la Cina - dove firmerà un contratto di 3 anni con un guadagno di 27 milioni di euro netti complessivi, ovvero 9 milioni di euro a stagione -, lasciando il club partenopeo dopo quasi 12 anni e una carriera invidiabile, fatta di record su record, assist e qualche trofeo.

Il commiato di Ancelotti. E non basta più l'applauso dei tifosi perché le cose cambino il loro corso: il San Paolo lo ha invocato e gli ha tributato la standing ovation al momento della sostituzione.

Con la partenza del capitano il Napoli libererebbe quindi uno slot a centrocampo da poter riempire con un eventuale nuovo acquisto, solo se ovviamente presente all'interno della lista svincolati.

È il destino di Hamsik diventar bandiera: a Napoli lo è stato come simbolo di un progetto e di un'idea di fedeltà che resta, al Dalian dovrà rappresentare la testimonianza di un cambiamento e la rappresentazione di una Filosofia del gruppo Wanda al quale è stato chiesto esplicitamente di dare dimostrazione delle proprie volontà, investendo parecchio in Patria dopo averlo fatto ripetutamente all'estero.