Coppa Davis, Seppi porta l'Italia alla fase finale

Regolare Commento Stampare

Due le vittorie ottenute da Seppi, contro Ramkumar Ramanathan venerdì e Prajnesh Gunneswaran sabato, che hanno dato un impatto determinante sull'incontro. In un format rivoluzionato, che sotto andremo a scoprire nel dettaglio, l'Italia ha staccato il pass battendo per 3-1 a Calcutta l'India. Col punteggio di 6-1 6-4 dunque il nostro Andreas si è liberato di Gunneswaran ed ora l'appuntamento con la Davis è dunque rimandato alla fase che si dovrebbe giocare nel mese di novembre in una finestra apposita. In precedenza nel doppio che secondo il nuovo format aveva aperto la seconda giornata Simone Bolelli e Matteo Berrettini avevano ceduto per 46 63 64, in un'ora e tre quarti di partita, a Rohan Bopanna e Divij Sharan. La riforma voluta dal presidente David Haggerty prevede, una volta l'anno, una fase preliminare, a febbraio, in cui disputare i match di qualificazione e una sede unica in cui disputare la fase finale della rassegna che si svolgerà a novembre. Oltre a un veterano come Seppi che ha dato risposte importanti su quello che è ancora il suo grado di competitività e affidabilità, dobbiamo fare i complimenti a Berrettini per come ha saputo esordire in Davis: "Matteo sarà un protagonista anche in futuro".

Nonostante le difficoltà e la superficie che può livellare le cose, alla fine i valori sono emersi: eravamo superiori come squadra e l'abbiamo confermato sul campo.