Sea Watch: arrivo al porto di Catania

Regolare Commento Stampare

Oltre all'Italia i paesi che hanno accettato di accogliere i migranti della Sea Watch sono Francia, Portogallo, Germania, Malta, Lussemburgo, Spagna e Romania.

È partita pochi minuti fa dalla rada di Siracusa la Sea Watch 3, rimasta bloccata una settimana in attesa di un accordo Ue sulla destinazione dei 47 migranti a bordo. Appena le manovre sono finite i migranti a bordo hanno festeggiato l'arrivo a Catania abbracciandosi tra di loro e abbracciando anche i componenti dell'equipaggio della nave della Ong tedesca battente bandiera olandese.

A testimonianza dell'assoluta indipendenza e casualità del controllo della Guardia Costiera su Sea Watch 3, il ministro Toninelli rivendica su Facebook il blocco dell'imbarcazione pubblicando la foto della registrazione di Sea Watch 3 e sostenendo che, essendo un'imbarcazione registrata come "pleasure yacht", non è in regola per compiere azioni di recupero dei migranti in mare. La nave durante il suo viaggio dal largo di Siracusa, dove era alla fonda, a Catania è stata scortata da motovedette della guardia costiera e della guardia di finanza. Che non conoscevano: alcuni di loro, dopo lo sbarco, hanno chiesto ai volontari della Cri "ma dove siamo?"; ricevendo chiarimenti, "siete in salvo, a Catania, in Italia, in Europa.". Per curiosità e per festeggiare la fine della loro odissea in mare: sono state infatti avviate le procedure per il loro sbarco. Ma lo sbarco non chiude la vicenda. Il caso si è sbloccato dopo 12 giorni di stallo. Ma la discussione ha riguardato anche i documenti di cui Salvini si è detto in possesso e che accerterebbero contatti tra Ong e scafisti.

Il presidente ha quindi spiegato che "se il governo avrà cose da dire sarà lo stesso Salvini a riferircele". Accertamenti amministrativi sulla nave sono ancora in corso da parte della Capitaneria di porto. Il sospetto è che la nave venga fatta sbarcare a Catania perché lì il pm Carmelo Zuccaro, che da tre anni indaga sulle Ong, potrebbe subito disporre il sequestro.